“Shape of you” di Ed Sheeran è una delle Hot 100 da quando è uscita lo scorso 6 Gennaio, e ha sovrastato la classifica Billboard dei singoli di fine anno 2017.

È un racconto romantico tratteggiato con dettagli banali (per esempio “ora le mie lenzuola profumano di te”), con quattro accordi distribuiti in sincopato e sfumature disco.

In meno di un anno la canzone ha guadagnato più di 2,8 miliardi di visualizzazioni su YouTube, ed è diventata la traccia più ascoltata in assoluto su Spotify, con oltre 1,5 miliardi di streaming.

Come molti successi pop attuali, “Shape of You” è stata scritta in una sessione di brainstorming in cui le idee vengono sviluppate e scartate velocemente, con computer a portata di mano e registratori che viaggiano.

“Non ricordo il momento di scrittura delle migliori canzoni che ho pubblicato. Mi impegnano per circa 20 minuti e poi sono fatte, quindi passo oltre. Per “Shape of you” non c’è stata pressione, era solo un altro giorno nello studio di registrazione’’ dice Ed Sheeran parlando della nascita del brano. “Non ho fatto questa canzone per cantarla io”.

 

L’artista pensava di avere già abbastanza canzoni per “Divide”, l’album che ha pubblicato quest’anno, e stava solo considerando le ultime da selezionare quando per distrarsi decise di organizzare una sessione di registrazione per la sua attività secondaria: scrivere canzoni per altri artisti.

Anne-Marie, la cantante con cui Sheeran è stato in tour in Europa, lo ha indirizzato verso il produttore Steve Mac: un inglese che ha lavorato con la cantante Susan Boyle, i Clean Bandit e i Westlife. Lo stesso Mac ha co-scritto “Flying Without Wings” dei Westlife che, ha detto Sheeran, “è una delle mie canzoni preferite di sempre”.

Ed ha invitato all’incontro anche un vecchio amico con il quale ha scritto centinaia di canzoni: Johnny McDaid, un membro degli Snow Patrol.

Quindici minuti dopo l’incontro di Sheeran con Mac e Mcdaid “Shape of You” era in costruzione. Dopo circa 90 minuti avevano registrato la canzone completa. “È stata la miglior ora e mezza della mia vita”, ha detto Mac.

Mac suggerì un beat dal sapore caraibico popolare, e dal momento che la canzone non doveva essere per lui a Ed non importò che suonasse un po’ una imitazione. Mentre stavano lavorando, i collaboratori capirono che la melodia del coro assomigliava al successo dei TLC “No scrubs”, così chiamarono il brano in produzione proprio”TLC”.

Ed racconta che i negoziati per aggiungere i credits ai cantautori di “No Scrubs” (Kandi Burruss, Tameka Cottle e Kevin Briggs) sono iniziati molto prima della pubblicazione della canzone, ma sono finiti solo quando è uscita. “Ci è voluto un po’ di tempo perché accadesse”, ha detto.

Sheeran suona i suoi concerti da solo con una loop station, eseguendo e sovrapponendo in diretta tutte le parti; scrive canzoni allo stesso modo, impilando e annidando motivi. “Ed spara melodie”, ha detto McDaid. “Scrive come nessun altro al mondo: ha la foto della canzone nella sua mente prima ancora di articolarla”.

Insieme alle melodie sono arrivate le percussioni create dal picchiettare e schiaffeggiare la chitarra con le corde smorzate. Anche le linee vocali sono rimbalzate contro il ritmo, aggiungendo “un battito interiore del cuore.”

Mac si sorprese di scoprire che Sheeran non aveva bisogno di risentire quello che aveva già costruito. “In realtà non stava stratificando. Faceva una parte, poi la parte successiva, poi quella dopo. Alla fine disse solo “Metti tutto uno sopra l’altro” racconta il produttore.

Le melodie sono partite come sillabe senza parole. Ma il lato diaristico di Sheeran è emerso nel primo verso: “Tutte le persone che conosco che hanno incontrato persone nei pub e ci hanno parlato, sono finite in lunghe relazioni”, ha detto.

La seconda strofa, che parla di riempirsi velocemente un sacchetto di plastica in un buffet cinese all-you can eat, è stata ispirata da una serie televisiva inglese chiamata “Fresh Meat”.

Pensando a quella che poteva essere una buona frase per un coro Ed scrisse “sono innamorato del tuo corpo”, ma Mac e McDaid non ne furono convinti: “Sono innamorato del tuo corpo, senza aggiunte e senza nulla alla fine o senza prefazione, mi sembrava oggettivante”, ha detto McDaid. “Sembrava che la cosa fosse solo fisica, nient’altro. Shape of you, una frase comune in Irlanda del Nord, può significare di più: qualunque cosa tu sia, sono innamorato di te. Indica la forma in senso figurato.”

Mac ha lanciato ai collaboratori una sfida: usare gli stessi quattro accordi per tutto, senza passare a una chiave importante per il coro. “Così abbiamo usato il testo e il ritmo per dare movimento alla canzone, invece di usare i cambi di accordi”, ha detto McDaid. Aggiunsero parti attorno al riff della tastiera e al tocco della chitarra: archi pizzicati, sillabe vocali di backup, una cassa di tamburo. Ma sono stati attenti a mantenere la canzone in ordine. “Se c’è solo una voce e un suono, questo alla radio suona molto più forte di un centinaio di suoni”, ha detto Mac. “Ma se il testo è abbastanza buono e la melodia è pazzesca, e hai un suono che mostra dove andrà, non hai bisogno di molto altro.”

Sheeran pensava che “Shape of You” fosse divertente e potesse andare bene per i Rudimental, che come lui fanno parte dell’etichetta Atlantic Records, magari in duetto con Rihanna. Poi l’ha suonata per il presidente di Atlantic UK, Ben Cook, e lui gli da dato la fatidica risposta. “Mi stava guardando come per dirmi “Perché vuoi darla via?” ha concluso Ed Sheeran.

Hanno scritto altri quattro brani quel giorno, destinati ad altri artisti: Liam Payne, DJ Snake, un duetto per Faith Hill e Tim McGraw.

Articolo di JON PARELES, NEW TORK TIMES, 20 Dicembre 2017

https://www.nytimes.com/interactive/2017/12/20/arts/music/ed-sheeran-shape-of-you.html

Traduzione di Annalisa e Bennie, Ed Team Italia

Categorie: Ed Sheeran

Annalisa

Amo la musica che mi fa emozionare, che mi fa piangere, ridere, mi fa muovere anche se non voglio... la musica di Ed è tutto questo per me e molto ancora...

0 commenti

Lascia un commento